cerca

Baraggia

Consorzio di bonifica, arriva il commissario

La Regione ha nominato Vittorio Bosser Peverelli

Baraggia

La Regione  Piemonte ha nominato Vittorio Bosser Peverelli commissario ad acta del Consorzio di bonifica della Baraggia. Il provvedimento è la conseguenza della mancata convocazione, da parte del presidente Dino Assietti, del consiglio dei delegati del Consorzio stesso, come disposto dall’ente regionale il 5 marzo scorso. La vicenda risale al luglio dello scorso anno, quando otto consiglieri avevano chiesto la convocazione del consiglio dei delegati con all’ordine del giorno la richiesta di dimissioni del presidente stesso e della deputazione amministrativa e la loro sostituzione. Convocazione mai avvenuta. Il compito spetta ora al commissario, che deve provvedere entro 30 giorni.

E’ l’ultimo capitolo in ordine di tempo della battaglia in atto all’interno del Consorzio di bonifica della Baraggia, di fatto immobilizzato da undici mesi tanto da sollevare la rivolta dei distretti irrigui del Centro Sesia per la mancata realizzazione delle opere necessarie.

La Regione ha dunque deciso di intervenire, nel rispetto della legge regionale del 1999 che disciplina la vigilanza e i poteri sostitutivi della Regione nei confronti degli atti dei Consorzi di bonifica. Consapevole del ricorso pendente al Tar del Piemonte sulla delibera del 5 marzo scorso, ricorso presentato dal presidente Dino Assietti.

Che cosa succederà ora? Il commissario ad acta Bosser Peverelli convocherà il Consiglio dei delegati che chiederà le dimissioni del presidente Assietti e della deputazione amministrativa. Il presidente Assietti ha più volte ribadito l’intenzione di non dimettersi ma di arrivare alla conclusione del proprio mandato. Se sarà così anche questa volta, quale sarà la risposta del commissario?

Intanto i beni informati sostengono che il presidente Assietti abbia convocato il Consiglio per martedì 29 giugno, con all’ordine del giorno il bilancio del Consorzio. Per bruciarlo sul tempo il commissario Bosser Peverelli sembrerebbe intenzionato a convocare il consiglio con all’ordine del giorno la richiesta di dimissioni del presidente lunedì 28. Una corsa sul filo dei giorni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500