cerca

Fiom, Fim e Uil

Cerutti: ecco le offerte vincolanti delle due cordate

Lunedì 21 giugno l'incontro tra le parti

Cerutti

Uno sciopero davanti alla Cerutti

Ancora un incontro interlocutorio sulla questione Cerutti: nella giornata di ieri, lunedì 21 giugno, i sindacati Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil hanno incontrato un rappresentante dei curatori fallimentari e le due cordate che hanno presentato un'offerta vincolante per rilevare l'azienda casalese.

Bobst ha ribadito l'offerta già esposta nell'incontro precedente: 30 persone inizialmente verranno assunte con professionalità collegate al post vendita, cioè manutenzione, trasferta per service di vecchie macchine, progettazione, ingegneria e logistica, partenza "prudente" ed apertura alla cooperativa di lavoratori che si sta formando fino a prospettare altre potenziali 40 figure professionali. Rinascita, l'altra cordata entrata in lizza per l'asta del 30 giugno ha proposto "la stessa base economica ma subito 61 assunzioni - fanno sapere dai sindacati - Una produzione sulle 4 macchine l'anno ma nessuna apertura alla cooperativa". Il tutto concentrato nello stabilimento di Casale Monferrato.

La novità è che "entrambe hanno detto sì nel cercare coperture, anche stanziando dei fondi, per gli ammortizzatori sociali, visto che da luglio si ripresenterà il problema cassa integrazione per chi è rimasto a casa - precisano Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil - Noi attendiamo ancora che venga attivato il tavolo ministeriale e chiediamo la maggior tutela possibile per tutti i lavoratori ex Cerutti". Le parti si aggiorneranno giovedì 24 giugno.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500