cerca

Ufficio relazioni con il pubblico

Vercelli: in Comune si potrà ottenere la Certificazione verde Covid

Sportello dedicato a chi non ha un computer

Green pass

Da mercoledì 23 giugno sarà possibile rivolgersi all’Ufficio relazioni con il pubblico del Comune di Vercelli per ricevere una stampa della Certificazione verde Covid-19, emessa, in Italia soltanto attraverso la piattaforma nazionale del Ministero della Salute.

"La Certificazione verde può essere richiesta nel nostro Paese per partecipare a eventi pubblici, per accedere a residenze sanitarie assistenziali o altre strutture, spostarsi in entrata e in uscita da territori classificati in “zona rossa” o “zona arancione” - spiegano dal Comune - Il documento attesta una delle seguenti condizioni: aver fatto la vaccinazione anti Covid-19, essere negativi al test molecolare o antigenico rapido nelle ultime 48 ore, essere guariti dal Covid negli ultimi sei mesi". A seguito della vaccinazione, di un test negativo o della guarigione, la Certificazione viene emessa automaticamente in formato digitale ed è stampabile dalla piattaforma nazionale, dopo aver compilato un modulo on-line che richiede alcune informazioni.

“Sulla scia del buon esito che ha avuto il servizio di preadesione per il vaccino, svolto all’Urp – dice il sindaco Andrea Corsaro – abbiamo pensato di fornire, anche in questo caso, un servizio utile a tutti i cittadini che non hanno dimestichezza con la tecnologia o non hanno a disposizione un computer”. La Certificazione viene emessa automaticamente in formato digitale sulla piattaforma nazionale del Ministero della Salute, per stamparla però è necessario inserire uno dei seguenti codici: codice univoco nazionale del tampone molecolare (Cun), numero del referto elettronico del tampone antigenico rapido (Nrfe), numero univoco del certificato di guarigione (Nucg), oppure il codice autorizzativo (Authcode) ricevuto via e-mail o Sms ai recapiti comunicati in sede di prestazione sanitaria. “Una volta entrati in possesso di uno dei codici necessari, sarà sufficiente recarsi all’Urp – spiega l’assessore Ombretta Olivetti – con un documento di identità digitale (Spid o Cie), oppure con la tessera del Servizio Sanitario Nazionale, mentre chi non la possiede porterà il documento che ha fornito in sede di esecuzione della prestazione. Saranno i nostri uffici a compilare i campi e a stampare la certificazione”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500