cerca

La svolta nella notte

Incidente della funivia: tre persone arrestate

Le accuse sono gravi: avrebbero volontariamente disattivato i freni di emergenza

Funivia Stresa Mottarone

Tre persone arrestate dai carabinieri nella notte per l'incidente della funivia Stresa-Mottarone, che ha causato la morte di 14 persone, mentre un bimbo è ancora ricoverato in gravi condizioni al Regina Margherita di Torino.

Intervistato da Buongiorno Regione, su RaiTre, il comandante provinciale dei carabinieri di Verbania, tenente colonnello Alberto Cicognani, ha spiegato che i tre - il proprietario di Ferrovie Mottarone srl, che gestisce l'impianto, l'ingegnere direttore della struttura e il capo operativo - hanno ammesso di non aver attivato i freni, probabilmente lasciando inserito il cosiddetto "forchettone" che blocca i freni di emergenza. "C'erano malfunzionamenti nella funivia, e per evitare ulteriori interruzioni del servizio, hanno scelto di lasciare la 'forchetta', che impedisce al freno d'emergenza di entrare in funzione", ha detto Cicognani. Le accuse mosse dal procuratore della Repubblica di Verbania, Olimpia Bossi, sono omicidio colposo plurimo, disastro colposo e rimozione degli strumenti atti a prevenire gli infortuni aggravato dal disastro e lesioni gravissime. Le indagini proseguono, per accertare l'eventuale responsabilità di altre persone.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500