" />

cerca

La tragedia

Funivia Stresa-Mottarone: si aggrava ancora il bilancio delle vittime

Muore uno dei due bambini ricoverati al Regina Margherita

Funivia Stresa Mottarone

Sale purtroppo a quattordici il numero delle vittime della tragedia avvenuta poco prima delle 13 lungo la funivia Stresa-Mottarone: una cabina, forse a causa del cedimento di un cavo, è precipitata poco prima della stazione di arrivo: è morto all'ospedale Regina Margherita il bimbo di 9 anni che era stato portato all'ospedale torinese in codice rosso.

L'altro bambino di 5 anni è ancora ricoverato in gravi condizioni. La funivia, riaperta a fine aprile, era stata chiusa per due anni per lavori di manutenzione e revisione, e rimessa in funzione nel 2016. “Siamo sconvolti per l’incidente avvenuto oggi sulla funivia Stresa-Mottarone. Ci stringiamo forte alle famiglie delle vittime e preghiamo per i due bambini feriti con ogni speranza possibile nel cuore. È una tragedia enorme che ci toglie il fiato. La Protezione civile regionale è sul posto per aiutare i soccorsi e dare tutto il proprio sostegno”. Sono le parole del presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, in viaggio verso Stresa con il vice presidente Fabio Carosso e l’assessore ai Trasporti e alla Protezione Civile Marco Gabusi.

"Esprimo il mio più sincero cordoglio e sono vicino alle famiglie coinvolte dall'incidente della funivia: è un dramma terribile per l'intera nostra comunità piemontese. Le squadre del Soccorso alpino insieme ai Vigili del Fuoco della nostra Regione stanno lavorando sul posto e a loro va il nostro ringraziamento. Adesso è un momento di dolore ma sin da subito sarà necessario e urgente provvedere alla verifica e ad una manutenzione straordinaria di impianti e piste anche in vista delle prossime aperture estive". Lo dichiara il viceministro allo Sviluppo economico, Gilberto Pichetto, senatore FI del collegio di Vercelli e già vicepresidente della Regione Piemonte.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500