cerca

Il dono dei cimeli

La Vercelli sportiva si gode il rinnovato PalaPiacco

Il sindaco Corsaro: "Investimento importante. I giovani sono il nostro futuro"

PalaPiacco rinnovato

Amministratori e autorità sportive all'inaugurazione (fotoservizio di Giorgio Morera)

La Vercelli sportiva adesso può godersi un PalaPiacco rinnovato, funzionale e all'avanguardia. Le numerose società e gli atleti che ne usufruiscono questa mattina, sabato 22 maggio, hanno preso alla cerimonia di consegna avvenuta nel rispetto delle norme anti Coronavirus all'interno della struttura di via Donizetti. Presenti gli amministratori comunali e numerose autorità sportive. 

“Sono soddisfatto di questo traguardo - ha detto il sindaco Andrea Corsaro in maglietta e pantaloncini - Si ricomincia a fare sport, in un palazzetto ristrutturato e pronto ad accogliere gli sportivi vercellesi. La ripresa delle attività sportive è molto positiva per i giovani atleti ed è un segnale di ripresa della normalità. Per la risistemazione di questi locali dobbiamo ringraziare in particolare il vicesindaco Massimo Simion e l'assessore allo sport Mimmo Sabatino che hanno seguito tutto l'iter. Un plauso ai funzionari del Comune che hanno collaborato in maniera impeccabile. L'investimento da parte dell'amministrazione è stato notevole, ma dobbiamo capire che lo sport a Vercelli ha tradizioni eccezionali e vanta imprese straordinarie per un città che non è certo una metropoli”. 

I lavori di ristrutturazione hanno reso il palasport più agevole e sicuro: è stato rifatto l’impianto con una nuova centrale termica e riscaldamento a pavimento, l’illuminazione tradizionale è stata sostituta con quella led, operazioni che permettono un risparmio anche in termini di costi di gestione, sono stati messi a nuovo gli spogliatoi e i servizi igienici e rifatte le porte di sicurezza.

“Siamo orgogliosi di ridare agli atleti il PalaPiacco - ha sottolineato l’assessore alle Opere Pubbliche e vicesindaco Massimo Simion - Una struttura che offrirà alle società sportive un luogo dove allenarsi in sicurezza, in un ambiente nuovo. Ci sarà anche una seconda fase di lavori, che inizierà a luglio, grazie a 260 mila euro provenienti da fondi statali, che permetteranno il completamento dell’impianto energetico, la sostituzione di tutti i serramenti e la riqualificazione dell’area arbitri e tecnici”. 

La struttura è stata “restituita” alle società (Volley Vercelli, Ginnastica Pro Vercelli, Pallacanestro Femminile Vercelli, Basket Club Vercelli Rices e Mini-basket Vercelli Bugs), che hanno ricevuto simbolicamente dei palloni e degli attrezzi da ginnastica a significare la riconsegna del palazzetto agli sportivi vercellesi che si alternano all’interno dell'impianto, praticando numerose attività, dalla pallavolo alla pallacanestro e anche la ginnastica artistica.

“Tutti gli atleti sono in fermento per la ripartenza delle attività e io non posso che essere contento – ha commenta l’assessore allo sport Mimmo Sabatino - Le cinque società che vivono il palazzetto saranno entusiaste di riprendere in un luogo ristrutturato e confortevole, per lo sport sarà il massimo. Guardiamo avanti con fiducia e ottimismo”. 

Ma la riapertura è stata anche l’occasione ufficiale in cui la famiglia Nasi–Di Carlo ha donato i cimeli storici di Nino Piacco, a cui la struttura è intitolata. Nei mesi scorsi, infatti, la famiglia aveva comunicato di voler donare all’amministrazione comunale materiale storico, targhe, coppe, articoli di giornale, maglie e libri che testimoniano la sua carriera di giocatore, tecnico e dirigente sportivo.

“Siamo molto grati di questo dono - ha rimarcato Corsaro - I ricordi della grandezza di Nino Piacco, lo sportivo vercellese stella al merito del Coni, tra i fondatori del Panathlon, potranno così essere ammirati da tutti gli atleti e dal pubblico sportivo”. 

Infatti, il materiale sarà in seguito esposto all’interno del PalaPiacco costituendo una mostra permanente, che testimonierà la carriera gloriosa di Piacco lo sportivo e pallavolista, a cui si attribuisce anche l’invenzione del “muro” e che nel 1946 fu tra i fondatori della Federazione Italiana Pallavolo.

"Non posso che ringraziare il Comune a nome anche di mia moglie Paola Di Carlo, che purtroppo non c'è più - ha dichiarato commosso Maurizio Nasi, governatore dell'Area 3 del Panathlon Club International - Abbiamo catalogato questo materiale del nostro caro Nino che potete vedere e che rappresenta un simbolo dello sport vercellese e anche nazionale. Nel 1998 questo palazzetto è stato intitolato alla memoria di Piacco ed è giusto che chi frequenta questa struttura sappia chi era Nino, un pioniere della pallavolo e non solo".

La Fipav era rappresentata dal delegato provinciale Daniele Boschetti, che nel 1998 fu il promotore dell'intitolazione della struttura alla leggenda della pallavolo (Piacco).

"Rivedere i giovani sportivi in questo palazzetto - ha affermato Laura Musazzo, delegato del Coni di Vercelli - è un segnale importante. La struttura è stata rinnovata ed è veramente accogliente. Come Coni ne siamo grati. Non ci resta che tifare per una ripartenza completa per tutte le nostre attività".

In chiusura c'è stata una bella esibizione di una rappresentanza degli atleti delle società.

2021 - Riproduzione riservata

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500