cerca

Il piano

Piemonte: idea zone rosse per contenere i microfocolai

Non dovrebbero essere interessati i Comuni vercellesi

Zona rossa

La Regione Piemonte starebbe vagliando di istituire ulteriori zone rosse nei territori considerati ad alto tasso di contagiosità per contenere fin da subito i microfocolai dovuti al diffondersi della variante inglese. Al momento, secondo le indiscrezioni, non dovrebbero esserci Comuni vercellesi interessati a queste indiscrezioni.

Il presidente Alberto Cirio, insieme ai suoi consiglieri, sta quindi valutando di chiudere temporaneamente altre zone del Piemonte per evitare che la curva epidemiologica si alzi ulteriormente, dopo che nell'ultima settimana c'è stato un incremento del 48% di nuovi casi (leggi qui).  Già da ieri, lunedì 1° marzo, alcuni Comuni del torinese e del cuneese sono passati direttamente alla fascia con il rischio più alto: l'idea è quindi quella, proposta un paio di settimane fa (leggi qui), di isolare le aree con maggior probabilità di contagio. È probabile che già oggi, martedì 2 marzo, ci possano essere novità sull'inasprimento delle restrizioni

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500