cerca

La novità

Un certificato per tornare a viaggiare in estate: l'Ue apre al "pass verde"

Ideato per certificare l'immunità o la negatività di un individuo

Viaggi

Un certificato verde che attesti il vaccino, l’immunità o un tampone negativo e che renda più facili gli spostamenti. Dopo le perplessità iniziali l’Unione Europea sta aprendo alla possibilità di un “pass” per consentire di tornare a viaggiare verso l’estate.

 L’idea è stata avanzata dal premier greco Mitsotakis, portavoce dei Paesi turistici, ai quali appartiene anche l’Italia, che propone di trasformare il passaporto vaccinale in un documento “verde” che certifichi l’immunità non solo di chi è vaccinato, ma anche di chi ha un tampone negativo o è immunizzato perché ha già avuto il Covid. Inoltre propone che non sia obbligatorio per viaggiare, ma che renda più facili gli spostamenti. 

Questa ipotesi fa ragionare Merkel e Macron, inizialmente dubbiosi sull’idea di un passaporto per il Covid, volto a garantire un lasciapassare esclusivamente ai vaccinati, discriminando, di fatto, chi non vuole o non è ancora riuscito ad immunizzarsi.

Il compromesso prevede che Bruxelles avrà tre mesi per lavorarci tecnicamente, mentre gli ambasciatori Ue ne definiranno natura e scopo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500