cerca

Vercelli

Giovedì 28 luglio Gianna Nannini in piazza Antico Ospedale

Sabato 30 il concerto Jazz “ll pensatore solitario”

Gianna Nannini

A Vercelli "Gianna Nannini – Estate 2022" giovedì 28 luglio in piazza Antico Ospedale dalle 21,15. Dopo il grande successo del tour che l’ha portata sui palchi dei più grandi teatri d’Italia, Gianna Nannini torna con nuove date da giugno in numerose arene e piazze italiane.

Dopo anni di conservatorio viene notata da una casa discografica, che produce il suo primo album "Gianna Nannini". È con il singolo America, contenuto nell'album California, che avrà la sua consacrazione nel mondo del rock. Il suo secondo disco avrà grande successo non solo in Italia ma anche in Europa. Con il quinto album, che vanta collaborazioni con grandi nomi, raggiungerà anche il resto del mondo. Tra i suoi più grandi successi ci sono Sei nell’anima, Meravigliosa creatura, America, Fotoromanza e Amandoti.

Biglietti su www.ilcontato.it, www.ticketone.it da Dosio Music a Vercelli.

Concerto Jazz “l pensatore solitario”, sabato 30 luglio alle 21 al Chiostro di San Pietro Martire. Il gruppo che si esibirà è composto da: Andrea Imelio alla chitarra, Luigi Aristi alla batteria, Stefano Deagatone al sassofono ed Emanuele Arrigazzi in qualità di attore. Il programma della serata Jazz "Emanuele Arrigazzi plays Ermanno Cavazzoni with the Open Trio" è liberamente tratto dal romanzo di Cavazzoni, con adattamento drammaturgico di Allegra de Mandato. Uno spettacolo in cui musica e parole si alternano come in una partitura. Un pensatore solitario, che cerca la soluzione ai problemi del mondo e del Paese attraverso vie utopiche, un po’ folli, a volte geniali, a tratti contorte ma sempre originali: un viaggio che, come
quello di "Alice nel paese delle meraviglie", trasforma la realtà continuamente.

Emanuele Arrigazzi diventa “pensatore solitario”, creando un personaggio sognatore ma anche ingenuo, che cerca una realtà alternativa e nel farlo inciampa negli idealismi e a volte nei populismi, raccontando un’Italia alla ricerca di soluzioni possibili che però con ironia e utopia sembrano “impossibili”. La musica dà forza al racconto e il racconto si sposa con la musica in un gioco di specchi, la voce dell’attore insegue il ritmo e crea un originalissimo monologo musicale.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500