cerca

Al Forte di Bard

Anteprima italiana per Wildlife Photographer of the Year n. 57

Cento fotografie in mostra fino al 5 giugno 2022

Foto di Stefano Unterthiner 

La fotografia di Stefano Unterthiner 

L’anteprima italiana della 57a edizione di Wildlife Photographer of the Year sarà visitabile al Forte di Bard fino al 5 giugno 2022: in mostra le cento migliori immagini selezionate fra gli oltre 50.000 scatti provenienti da fotografi di 95 Paesi del mondo, valutati da una giuria internazionale di stimati esperti e fotografi naturalisti e promossa dal Natural History Museum di Londra dove il 15 ottobre scorso si è tenuta la prima internazionale.

Le categorie in gara celebrano l’accattivante bellezza del mondo naturale e puntano i riflettori su ecosistemi cruciali, molti dei quali sono in pericolo. Ogni voce è stata giudicata anonimamente da una giuria di esperti per la sua originalità, narrativa, eccellenza tecnica e pratica etica.

L’immagine vincitrice assoluta della nuova edizione è “Creation” scattata dal biologo francese e fotografo subacqueo Laurent Ballesta.

Per cinque anni, durante la stagione dell’accoppiamento, Laurent e il suo team si sono recati in una laguna a Fakarava (Riserva della Biosfera dell’Unesco) per assistere alla deposizione delle uova di cernia mimetica. Questa stagione degli amori è fugace, dura solo un’ora sotto la luna piena e con una marea calante; decine di migliaia di cernie si riuniscono in un’area, l’acqua diventa un vigoroso caleidoscopio di corpi maculati all’interno di una nuvola lattiginosa di uova e spermatozoi. Ma questo evento straordinario attira anche attenzioni di altro genere. Dopo il tramonto, gli squali grigi di barriera si uniscono alla mischia, cacciando in branchi e divorando il maggior numero possibile di cernie. L’immagine ha vinto anche la categoria “Underwater”.

Doug Gurr, direttore del Museo di storia naturale, commenta: "Il vincitore del Grand Title di quest'anno rivela un mondo sottomarino nascosto, un fugace momento di un affascinante comportamento animale a cui pochissimi hanno assistito. In quello che potrebbe essere un anno cruciale per il Pianeta, Creation di Laurent Ballesta è un avvincente promemoria di ciò che potremmo perdere se non affrontiamo l'impatto dell'umanità sul nostro Pianeta".

Cinque i fotografi italiani premiati: il valdostano Stefano Unterthiner ha vinto la sezione “Behaviour: Mammals”; menzioni speciali sono state conquistate da Mattia Terreo (categoria Under 10 anni), Giacomo Redaelli (categoria 15-17 anni), Georg Kantioler (Urban Wildlife) e da Bruno D’Amicis (Fotogiornalismo).

Per informazioni: Associazione Forte di Bard - 0125 833811 | [email protected] | www.fortedibard.it

Orari :Martedì-venerdì 10.00 / 18.00
Sabato, domenica e festivi 10.00 / 19.00
Lunedì chiuso - Aperture straordinarie: lunedì 18 e lunedì 25 aprile

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500