cerca

XXIV stagione del VIOTTI Festival

Concerto di Timothy Ridout, viola e Frank Dupree, pianoforte

Appuntamento sabato 5 febbraio al Teatro Civico

Timothy Ridout

Timothy Ridout

Vercelli, XXIV stagione del VIOTTI Festival: sabato 5 febbraio al Teatro Civico alle 21 Timothy Ridout, viola e Frank Dupree (foto Marco Borggreve), pianoforte, in concerto. Il programma prevede l'esecuzione di Die Laune Aiolos di Dubugnon; Dichterliebe op. 48 (arrangiamento di T. Ridout) e Phantasiestücke per viola e pianoforte op. 73 di Schumann e Romeo e Giulietta op. 64, selezione (arrangiamento di V. Borisovskij) di Prokof’ev. 

"Il prossimo appuntamento, in abbonamento vedrà sul palco del Civico un duo solidissimo, composto da interpreti molto giovani ma già acclamati in tutto il mondo - spiegano dalla Camerata Ducale, che organizza il Viotti Festival - Timothy Ridout, già capace a 26 anni di portare la viola al centro dell'attenzione a livello internazionale, e il pianista Frank Dupree, 30 anni e una carriera di successi anche come direttore d’orchestra e jazzista. Due protagonisti d'eccezione che brillano per passione e originalità, qualità confermate dal programma proposto al pubblico del Civico, nel quale la scelta dei brani riesce a coniugare singolarità e rispetto dei “classici”, premiando sempre la ricerca dell'espressività. Si aprirà con Die Laune Aiolos (L'umore di Eolo, eseguito per la prima volta nel 2014), del compositore svizzero Richard Dubugnon: un brano intenso ed evocativo nel quale viola e pianoforte si inseguono in tempestosi passaggi virtuosistici. La parte centrale del concerto sarà poi affidata a Schumann, prima con lo splendido Dichterliebe (Amore di poeta, 1840), che mette in musica 16 poesie di Heine, ma soprattutto una struggente, pienamente “romantica” storia d'amore, e poi con i Phantasiestücke (1849), tre pezzi in forma di canzone che creano un emozionante crescendo di tensione". 

La serata si chiuderà quindi con una selezione di brani dal balletto Romeo e Giulietta, qui proposti in forma di suite per viola e pianoforte firmata da Vadim Borisovskij: una scelta capace di esaltare l'inventiva esuberante che contraddistingue il capolavoro di Prokof’ev.

Per informazioni e biglietti contattare il “Viotti Club” di via Galileo Ferraris.  

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500