cerca

Pubblicazione

Nel tuo domani un po’ di me: il libro di Edoardo Iussich

Lungo dialogo-riflessione sulla vita con il nipotino Alessandro

Edoardo Iussich

Edoardo Iussich con il nipotino Alessandro

Perno difensivo di quella Pro Vercelli diventata leggendaria grazie agli spareggi del maggio-giugno 1971 con la Biellese, quindi, per molti anni funzionario all’Ufficio Caccia e Pesca della Provincia, Edoardo Iussich, per tutti Edo, ora ha scritto un libro che, in pratica, è un lungo dialogo-riflessione sulla vita con il nipotino Alessandro.

L’opera, edita da “Effedì” si intitola “Nel tuo domani un po’ di me”, e sarà presentata martedì 15 dicembre, alle 17, nella Sala conferenze della Fondazione Cassa di Risparmio in via Monte di Pietà, 22. L’autore dialogherà con il giornalista Enrico De Maria.

Nel libro c’è l’autobiografia di un vercellese d’adozione nato in un campo profughi di Marina di Massa, uno dei tanti in cui venivano sistemati gli esuli d’Istria e di Dalmazia “che avevano abbandonato tutto, proprio tutto pur di rimanere italiani”, ma c’è anche e soprattutto Vercelli con i suoi personaggi, i suoi scorci, la sua “piazza grande” dove Iussich immagina di intavolare lunghe chiacchierate con la statua di Cavour. E poi ci sono i ricordi degli amici che se ne sono andati (uno su tutti, Dario Piola) e c’è ovviamente quella Pro Vercelli con i suoi protagonisti e con quello spareggio doppio che rimarrà per sempre nella storia del calcio, non solo bicciolano. E poi c’è lui, Alessandro, cui il libro è dedicato perché, scrive Iussich, “mi ha ridato il coraggio di scrivere e soprattutto il coraggio di pubblicare i miei pensieri”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500