cerca

Vercelli - Museo Leone

Regola delle Orsoline tra storia ed epilogo

Volume recuperato nell'archivio di Gianfranco Cuttica di Revigliasco

Regola delle Orsoline tra storia ed epilogo

Vercelli, Museo Leone: venerdì 12 novembre alle 17,30 nel Corridoio delle Cinquecentine presentazione del volume “Regola delle Orsoline. Epilogo dalla Regola delle vergini di Sant'Orsola della città e diocesi di Casale Monferrato”, a cura di Giancarlo Boglietti, Edizioni Aleramo, 2020.

Il documento, contenente la regola di vita e i principi del monastero di Sant'Orsola di casale Monferrato data al XVIII secolo ed è stato casualmente recuperato nell'archivio di famiglia di Gianfranco Cuttica di Revigliasco, oggi sindaco di Alessandria, e poi esposto per la prima volta e senza particolari note di approfondimento, a Moncalvo, presso il Museo Civico, proprio in occasione di una piccola mostra dedicata ad Orsola Maddalena Caccia, badessa del convento delle Orsoline, pittrice e magistrale interprete della simbologia dottrinale voluta dalla Controriforma (XVI-XVII sec.). Maddalena era figlia d’arte, il padre fu il famoso Guglielmo Caccia, conosciuto come “Moncalvo” perché trascorse la maturità nel comune di Moncalvo dove morì nel 1625. Allievo di Giovanni Francesco Biancaro, viene considerato come il più importante esponente dell'arte della Controriforma in Piemonte, tanto da essere definito il Raffaello del Monferrato. Autore di opere di carattere religioso ha lasciato, unica sua opera di carattere profano sopravvissuta, uno splendido parnaso affrescato a decorare la volta di Palazzo Tizzoni in Vercelli, avita dimora con torre della celebre famiglia ghibellina che animò la vita cittadina fin dal medioevo.

Per l’occasione sarà esposto e commentato un dipinto inedito di Orsola Maddalena Caccia. Interverranno Gianfranco Cuttica di Revigliasco, Alberto Cottino (docente presso l’Accademia Albertina), Giuseppe Costanzo, Maria Rita Mottola (presidente di Aleramo Onlus) e Gianni Mentigazzi (presidente del Museo Leone). Ingresso alla conferenza su prenotazione allo 0161 253204 oppure all’Associazione Aleramo onlus al 3519493084. Green pass obbligatorio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500