cerca

Possibile visitare 600 luoghi

Giornate FAI d’autunno in Piemonte e a Vercelli: i luoghi aperti

Tornano, il 16 e 17 ottobre, le giornate FAI d’autunno

Giornate  Fai autunno

Sabato 16 e domenica 17 ottobre tornano le giornate FAI d’autunno, il decimo appuntamento con i week-end autunnali dedicati alla scoperta di luoghi solitamente inaccessibili dai visitatori. 


In occasione della 10° edizione dell’iniziativa, sarà possibile visitare 600 luoghi generalmente chiusi al pubblico in 300 città dello Stivale; per il decimo anniversario, inoltre, sarà possibile accedere a 42 luoghi del Ministero della Difesa, dello Stato Maggiore della Difesa e delle Forze Armate, aperti in occasione del centenario del Milite Ignoto.


Come si legge nel comunicato del FAI-Fondo ambiente italiano, lo scopo è quello di “diffondere e coltivare la consapevolezza che l’Italia custodisce tesori inestimabili, fondamento dell’orgoglio che ogni cittadino prova davanti all’eccezionale bellezza del Paese e solida base su cui costruire la prosperità del futuro”.


Tante le aperture anche in Piemonte e a Vercelli in occasione delle giornate FAI d’autunno 2021.


Le aperture in Piemonte: alcuni suggerimenti


Durante il prossimo fine settimana, 16 e 17 ottobre, sarà quindi possibile scoprire luoghi mai aperti prima al pubblico anche in Piemonte. Tra le mete da scoprire segnaliamo il Palazzo Arsenale sede del Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione dell'Esercito a Torino. Tra i 42 luoghi aperti in occasione del centenario della traslazione del Milite Ignoto, il Palazzo Arsenale rappresenta uno dei più imponenti edifici torinesi, unica testimonianza del complesso infrastrutturale del “Regio Arsenale” di cui costituiva il cuore e la cui erezione settecentesca, ispirata a planimetrie juvarriane, si è protratta a lungo. Per accedere è necessaria la prenotazione. 


A Caravino, non distante da Torino, è aperto al pubblico il Castello di Masino con il suo maestoso parco. In questo caso non è necessario prenotare. A Caselle Torinese, invece, aprirà il Museo dell’industria aeronautica Leonardo che ospita alcune delle produzioni più significative dell’azienda; dai velivoli costruiti in legno e con le superfici alari ricoperte in tela a quelli prodotti in fibra di carbonio e titanio fino ai più sofisticati sistemi di navigazione e gestione della missione o agli innovativi aerei pilotati da remoto. Anche in questo caso la prenotazione è obbligatoria. 


A Borgosesia, in provincia di Vercelli, apre il Santuario di Sant’Anna con la relativa Via Crucis che compongono il Sacro Monte di Montrigone. Eccezionalmente, in occasione delle giornate FAI d’autunno 2021 saranno rimosse tutte le grate presenti di fronte ai gruppi statuari così da dare al pubblico l’opportunità di osservare le opere in ogni loro particolare. La prenotazione è consigliata ma non obbligatoria. 


A Trivero, in provincia di Biella, apre invece Casa Zegna; qui, oltre al nuovo concept archivistico museale si sviluppa al piano terreno e al piano primo con la mostra “ from sheep to shop” sarà possibile anche visitare ‘Fading Loss|Cronache dal bosco ovvero l'installazione artistica di Laura Pugno che indaga, la relazione tra l'uomo e il paesaggio nel suggestivo periodo del foliage autunnale. Anche in questo caso la prenotazione non è obbligatoria. 


Le giornate FAI d’autunno a Vercelli
Aperture straordinarie anche a Vercelli in occasione del 10° anniversario dell’iniziativa autunnale del FAI. In particolare, i giovani del FAI della delegazione di Vercelli propongono per sabato 16 e domenica 17 ottobre la visita in tre luoghi solitamente poco accessibili o comunque poco noti: 


La sala Arti Cavallo della Caserma Scalise aperta per la prima volta al pubblico;
La sala della Biblioteca Agnesiana (al primo piano del Seminario Arcivescovile) dove saranno esposti alcuni disegni del pittore vercellese Ferdinando Rossaro legati, per la tematica, al mondo e al ricordo della Grande Guerra;
La casa di don Secondo Pollo (al piano terra del Seminario Arcivescovile) aperta per gentile concessione degli Amici di don Secondo Pollo che cureranno anche le visite guidate.

La delegazione del FAI di Vercelli ringrazia la società storica per l’approfondimento della tematica scelta (attraverso il volume “Il Vercellese e la Grande Guerra”), monsignor Giuseppe Cavallone, lo staff dell’83° Comandante della Scalise, colonnello Marco Javarone, e gli Amici di don Secondo Pollo e il Gruppo Alpini di Vercelli presieduti da Piero Medri.


Per accedere ai luoghi aperti a Vercelli è necessaria la prenotazione. È possibile consultare tutti i luoghi aperti in Piemonte dalla pagina internet dell’iniziativa (cliccando qui); cliccando sul bene FAI di proprio interesse è anche possibile prenotare la visita. Ricordiamo infine che le visite si svolgeranno nel pieno rispetto delle normative anti Covid-19: l’accesso sarà possibile solo alle persone in possesso di Green Pass, anche per i luoghi di carattere naturalistico. Per i bambini al di sotto dei 12 anni il Green Pass non è obbligatorio.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500