cerca

Associazione il Porto - Vercelli

"Leggendo Cuore" al Museo Leone

Spettacoli il 17 e 24 ottobre e il 7 novembre

Libro Cuore

Vercelli, Museo Leone: "Leggendo Cuore" è il titolo dello spettacolo che l'associazione culturale Il Porto proporrà domenica 17 e 24 ottobre alle 17 e poi domenica 7 novembre alla stessa ora. "Perché leggere Cuore nel 2021? L’idea ci è nata da un articolo apparso su Repubblica il 21 settembre scorso a firma di Ernesto Ferrero che ricorda un anniversario particolare: i 140 anni dal primo giorno di scuola narrato da De Amicis nel suo romanzo, il 17 ottobre 1881 - spiega Roberto Sbaratto, il protagonista - La ricorrenza si è guadagnata anche l’attenzione di uno dei più prolifici saggisti letterari contemporanei: Marcello Fois che ha scritto un breve ma interessantissimo saggio dedicato a Cuore: L’invenzione degli italiani: dove ci porta Cuore”.

Che ne è stato di quei tre milioni di copie venduti di Cuore nel 1960? Che ne è stato del suo modello di società italiana costruito da De Amicis e tanto apprezzato ancora oggi in Oriente, particolarmente in Giappone, dove ben due serie di anime sono oggi ispirate al romanzo? Per noi, italiani del 2021, quei valori proposti da De Amicis, sono proprio sorpassati? Vale forse ancora il pensiero di Umberto Eco che ha definito Cuore “un gran mare di languorosa melassa”? Il modello di “italiani” ritratto da De Amicis è davvero così sorpassato? Davvero non ci è capitato mai di incontrare qualche “Garrone” o “Derossi” o qualche “Precossi”? Siamo diventati più come loro o più simili al perfido “Franti”? In sostanza, vale ancora oggi la pena di leggere qualche pagina di Cuore? L’associazione “Il Porto”, insieme al presidente e al conservatore del “Museo Leone”, Luca Brusotto e Gianni Mentigazzi, hanno pensato che ne valga la pena: magari facendo una scelta fra le letture, ma puntando alla condivisione di quei principi che guidarono la penna dell’autore.

"Abbiamo pensato - prosegue Sbaratto - di ricavare un florilegio delle pagine più belle e “attuali” del libro, per proporle a chi sa lasciarsi ispirare dalla letteratura e riscoprire questo piccolo gioiello di storia sociale impolverato da qualche anno di dimenticatoi. Vorremmo provare a riscoprire il “coraggio del progetto e della speranza” che animò l’idea letteraria di De Amicis, uomo dell’1800 postunitario. E chissà… forse che il messaggio ormai fioco di De Amicis saprà comunicare anche con noi,
donne e uomini del XXI secolo?

Per lo spettacolo, a pagamento, è obbligatoria la prenotazione allo 0161 253204 fino alle 12,30 del venerdì e poi al 379 2834818 in orario di apertura della biglietteria del museo. Necessario il Green pass.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500