" />

cerca

Ordine degli Architetti di Vercelli

Attraverso le Alpi: mostra fotografica non solo per addetti ai lavori

Sede Ovest Sesia: allestimento visitabile fino al 24 settembre

Ordine degli Architetti di Vercelli

L'inaugurazione della mostra allestita nella sede dell'Ovest Sesia

Vercelli: molto pubblico e non solo di “addetti ai lavori”, ma soprattutto di amanti della montagna per l'inaugurazione nella sede dell’Ovest Sesia in via Duomo della mostra fotografica "Attraverso le Alpi", visitabile ancora oggi, venerdì 24 settembre dalle 15 alle 18.  

"Più che giustificato l’interesse per una mostra che si differenzia dalle tante che trattano il tema “montagna” perché offre un punto di vista sicuramente inedito ed affidabile: quello degli architetti e dei paesaggisti - spiega il presidente dell'Ordine degli Architetti Marina Martinotti -. La domanda è una, sottesa non soltanto all’evento espositivo, ma all’idea dalla quale è scaturita la necessità di “mettere a fuoco” come l’intervento dell’uomo “contamini” l’ambiente, in questo caso quello montano.
Si è fatta carico di tradurre questa sensibilità in immagini, una associazione di professionisti che, per vocazione soprattutto, ma non solo professionale, certamente anche culturale, ha un riguardo particolare per l’ambiente, il rapporto tra uomo e creato, l’equilibrio dell’intervento umano quando entra in contatto (collisione?) con la natura. Montagna, dunque, non soltanto nella visione romantica che richiama le scorribande dei Heidi e Remi tra i monti incontaminati, baite ospitali quanto sobrie, una vita frugale quanto essenziale. L’uomo incontra la montagna e la montagna è luogo di vita e di lavoro dell’uomo anche per come vi si organizzano attività produttive, industriali; per come le esigenze di un turismo di massa hanno cambiato la fruizione di spazi ed ambienti". 

Gli “scatti” messi a tema dalla Associazione dicono tutto questo, come sottolinea Martinotti: raccontano di un incontro talvolta equilibrato ed armonico, talaltra funestato, invece, da ferite che lasciano cicatrici nel tempo. Sono fotografie quasi di tipo “giornalistico”, che raccontano territori così come sono, scevre da compiacenze, né indulgenze di sorta.

Anche l’Ordine degli Architetti di Vercelli da qualche anno aderisca a questa Associazione che riunisce Professionisti di tutto l’Arco Alpino: con Vercelli, anche Aosta, Belluno, Bolzano, Cuneo, Novara e Verbano Cusio Ossola, Sondrio, Torino, Trento, Udine. "Del resto, come richiama l’architetto Vanni Boggio, uno dei curatori di questa esperienza espositiva, insieme al collega Eusebio Sticco, consigliere dell’Ordine di Vercelli - prosegue Martinotti - qui da noi troneggia il Monte Rosa, che non è una “montagnola”. Perciò è più che naturale che questa sensibilità sia avvertita da tecnici che qui vivono e lavorano.

La mostra “racconta” dall’estremo confine occidentale francese a quello orientale sloveno, 274 scatti del collettivo Urban Reports selezionati tra i quali Val Sermeza e Val d’Otro. Siamo alla terza riedizione, nel 2020 a Varallo, lo scorso agosto ad Alagna, ora a Vercelli, presto a Borgosesia ed in ultimo a Rima, documenta i “segni” lasciati e prodotti dall’uomo. Documenta, nel bene e nel male, le tracce lasciate sul territorio, a volte sono ferite, altre sono valorizzazioni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500