" />

cerca

Atl

Riparte il turismo in Valsesia e Vercellese

Fossale: "'C'è voglia di luoghi insoliti, oasi di tranquillità"

Piergiorgio Fossale

Piergiorgio Fossale presidente di Atl Biella Valsesia Vercelli

Valsesia e Vercellese: un agosto di soddisfazioni per il turismo. Parlano chiaro i dati raccolti dall'Atl Biella Valsesia Vercelli presso i due uffici cardine dislocati nel capoluogo di provincia e a Varallo. Dopo un luglio passato un pò in sordina, agosto è subito partito in risalita, segnando un importante incremento nelle presenze sia in Valle che nella bassa vercellese. Se da un lato il turismo di prossimità ha portato i piemontesi stessi a riscoprire l'incredibile patrimonio turistico regionale con un occhio di riguardo verso i borghi meno conosciuti, dall'altro lato sono tornati a farsi sentire i turisti stranieri, complice anche l'allentamento delle misure sanitarie nel periodo estivo. Tedeschi, francesi e inglesi sul podio secondo i dati raccolti dall'ufficio di Varallo a sottolineare il crescente interesse verso le mete più tranquille che permettono di abbinare visite culturali a salubri passeggiate all'aria aperta in mezzo al verde: il richiestissimo Sacro Monte di Varallo, patrimonio Unesco dal 2003, è in tal senso il perfetto connubio tra natura, arte e fede. Ma è soprattutto l'Alpàa, la conosciutissima kermesse valsesiana con la nuova formula che dal 2020 propone eventi sempre diversi per ogni weekend d'estate, che ha raccolto il consenso dei visitatori più affezionati e si è guadagnato la simpatia dei turisti occasionali. Tra le richieste più frequenti dei visitatori in Valsesia spiccano quelle volte ad approfondire le possibilità di trekking e attività fluviali da poter praticare in tutta sicurezza sia per i più esperti che per chi è ancora alle prime armi. La Valsesia è rimasta sicuramente nel cuore dei numerosi stranieri che hanno scelto di passare presso gli uffici Atl di Varallo nei mesi estivi e più della metà si propone già di ritornare.

"E' un segnale forte – afferma Pier Giorgio Fossale, presidente di Atl Biella Valsesia Vercelli – c'è voglia di esplorare e conoscere luoghi insoliti, piccole oasi di tranquillità che possano garantire attività per tutti i gusti: arte, cultura, natura, sport, cibo e buon vino. La provincia di Vercelli è un piccolo scrigno di tesori che attende solo di essere scoperto da chi ancora non lo conosce".

Anche il vercellese sorprende con aumento delle presenze rispetto ai mesi estivi 2020. Il caldo non ha certo spaventato i visitatori che hanno scoperto una Vercelli rilassata, a misura d'uomo, in grado di rapire lo sguardo grazie all'incredibile patrimonio artistico e museale cittadino. E poi la curiosità si spinge oltre, a voler scoprire il re delle tavole vercellesi, il riso e tutti i suoi segreti: dagli scorci migliori da fotografare alle aziende risicole ricche di storie da raccontare. Il vercellese conquista grazie al suo fascino discreto, fatto di pomeriggi sornioni alla scoperta di Vercelli e dei suoi vicoli medievali ricchi di storia, fresche chiese e poli museali dove soffermarsi con il naso all'insù per ammirare capolavori dal valore inestimabile. Ma il turismo attivo non manca anche nella bassa vercellese: bike e trekking si confermano le attività più richieste dai turisti. Gli itinerari delle Risaie Ciclabili elaborati dal personale Atl alla scoperta delle terre del riso hanno riscosso un grande successo grazie alla loro estrema versatilità. Non dimentichiamo poi che da Vercelli passa la Via Francigena, che proprio qui e solo qui si incontra con il Cammino di Santiago, e tanti sono i pellegrini che hanno ripreso confidenza con gli scarponi. Ed è questo il turismo prediletto dai visitatori del 2021 in provincia di Vercelli: un turismo slow e green, fatto di piccole scoperte e ricordi indelebili.
Gli uffici Atl di Varallo e Vercelli sono aperti al pubblico dal lunedì alla domenica. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500