cerca

San Germano - rassegna musicale

Bach e Vivaldi dialogano nella settecentesca chiesa tra altari e cappelle

Il concerto domenica 30 maggio

Orchestra da camera Antonio Vivaldi

L'Orchestra da camera Antonio Vivaldi

San Germano: per il secondo anno consecutivo l'Orchestra da camera Antonio Vivaldi ha inserito il paese tra le tappe della rassegna dedicata al celebre compositore. Domenica 30 maggio, a partire dalle 16, la chiesa parrocchiale ospiterà un concerto dei solisti della formazione, diretta dal maestro Roberto Allegro. L'ingresso è libero fino all'esaurimento dei posti disponibili.

Bach e Vivaldi che dialogano nella settecentesca chiesa dedicata a San Germano, facendo risuonare le proprie melodie tra altari e cappelle. Ancora una volta il paese ha scelto un modo sublime per 'celebrare' l'uscita dal periodo più critico dell'epidemia. Lo aveva già fatto lo scorso settembre, ora lo ripete in occasione della VI Settimana vivaldiana nazionale. Quest'anno la rassegna, che nelle precedenti edizioni aveva sconfinato anche oltre i confini nazionali (non nel 2020, per comprensibili ragioni) è stata inaugurata a Occimiano (Alessandria), mentre quello di San Germano è il primo concerto inserito in calendario. “Ospitiamo con grande onore e piacere gli amici dell’Orchestra, con la quale abbiamo suggellato ormai un vero patto di stimata e piacevole amicizia” sottolinea Maurizio Bragante, coordinatore comunale delle associazioni che nuovamente hanno voluto organizzare e offrire il concerto in forma gratuita.

Considerando le restrizioni dovute al rischio contagio, il concerto sarà trasmesso anche in streaming attraverso il profilo Facebook della Comunità pastorale 7. Non a caso, come sottolinea ancora Bragante, la collaborazione del parroco don Stefano Bedello è stata fondamentale “per proporre la musica come momento di aggregazione”.
Il concerto, realizzato in sinergia con Musicorner e l'associazione musicale Antonio Vivaldi, prevede un primo tempo dedicato alle opere di Bach e, sul finale, a un brano del suo connazionale Pachelbel. La seconda parte sarà invece dedicata al compositore italiano. “Il programma è accattivante e magistralmente strutturato per tutte le 'orecchie' in ascolto” assicura Bragante. Dieci saranno i solisti che si esibiranno con gli strumenti caratteristici della musica barocca, ossia flauto, oboe, violino, viola, violoncello, contrabbasso e cembalo. 

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500