cerca

controlli

Vercelli: nei guai per aver venduto alcolici a minori e balli nel locale

L'esito del servizio straordinario effettuato dalla Polizia locale in città

Incidente tra via Dante e corso Libertà

Il titolare di un bar di Vercelli nei guai per aver venduto una bevanda alcolica a un minorenne e un altro in quanto i clienti stavano ballando; quest’ultimo inoltre dovrà probabilmente chiudere in quanto non in possesso delle autorizzazioni per la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande. È il bilancio del servizio straordinario effettuato, nella notte tra sabato 22 e domenica 23 gennaio dalla Polizia locale.

“Nell’ambito delle politiche di sicurezza urbana perseguite dall’Amministrazione comunale e al fine di prevenire e reprimere condotte antigiuridiche, pregiudizievoli per lo più per i minorenni, su conforme direttiva del prefetto di Vercelli, il Corpo ha eseguito un servizio straordinario – spiegano il comandante Ivana Regis e il sindaco Andrea Corsaro – è stata accertata e contestata una violazione a carico del titolare di un pubblico esercizio di somministrazione con sede nel centro storico per aver venduto una bevanda alcolica ad un minorenne; a carico di un secondo locale, ubicato al di fuori del centro storico, è stata contestata la violazione delle normative in materia di contenimento del contagio da Covid-19 in quanto presso lo stesso era in corso una attività di intrattenimento danzante”.

Non solo: “A seguito delle ulteriori verifiche eseguite in ordine alla regolarità amministrativa del secondo locale – proseguono Regis e Corsaro - eseguite successivamente all’intervento poiché nell’immediatezza del controllo il titolare non è stato in grado di produrre copia delle autorizzazioni utili all’attività, il locale è stato altresì sanzionato in quanto privo dei titoli indispensabili per effettuare la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande”. L’iter amministrativo avviato dal Corpo di Polizia locale di concerto con i competenti uffici comunali, condurrà anche all’adozione dell’ordinanza di cessazione dell’attività”.

Nel corso dei controlli del territorio e in particolare del centro storico “sono state, altresì, accertate e contestate due violazioni a carico di altrettanti soggetti per aver espletato bisogni fisiologici al di fuori dei luoghi deputati”.

I servizi straordinari notturni eseguiti dalla Polizia locale verranno sicuramente ripetuti “poiché – concludono il comandante e il sindaco - l’attenzione riservata al rispetto delle norme che regolano la civile convivenza, la tutela del decoro urbano e la tutela della quiete e del riposo delle persone nonché delle disposizioni che disciplinano la vendita e la somministrazione delle bevande alcoliche, continua a costituire un impegno costante di questa Amministrazione comunale”.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500