cerca

polizia

Fermata un'auto sospetta: un arresto e due denunce

Controlli intensificati da parte della Questura di Vercelli

Polizia di Stato

Un'auto sospetta e versioni contrastanti da parte degli occupanti sui motivi della loro presenza in città: è bastato questo, a una pattuglia della squadra Volante della questura di Vercelli, per fare accertamenti che hanno portato a un arresto e una due denunce.

E' accaduto nella mattinata di ieri, mercoledì 15 dicembre, nell’ambito del rafforzamento dell’attività di controllo del territorio in vista delle festività natalizie. Gli operatori, notando un’auto con targa bulgara che si aggirava con fare sospetto nelle principali vie della città, hanno deciso di fermarla. Sottoposti a controllo, gli occupanti, di cui due di origine serba e un terzo di nazionalità bulgara, non sono riusciti a fornire un valido motivo della loro presenza, dichiarando versioni contrastanti.

Da accertamenti più approfonditi, risultavano poi a carico dei fermati numerosi precedenti per reati di ingresso e soggiorno illegale in Italia, furto in abitazione, detenzione illegale di chiavi alterate o di grimaldelli e violazione di domicilio. In particolare, è emersa l’irregolarità della presenza sul territorio nazionale dei cittadini di origine serba che sono stati entrambi denunciati. Non solo: uno dei fermati è risultato destinatario di un ordine di carcerazione, per una pena di 1 anno e 5 mesi di reclusione, emesso nel 2019 e non ancora eseguito; l'uomo è stato quindi arrestato e portato nel carcere di Billiemme, mentre per il suo connazionale è scattato l’ordine del questore di lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500