" />

cerca

L'inchiesta

Vercelli: patteggia l'ex comandante della Guardia di Finanza

Era stato arrestato lo scorso aprile insieme al suo autista

Fabrizio Nicoletti

Fabrizio Nicoletti, comandante della Guardia di Finanza di Vercelli

L'ex comandante della Guardia di Finanza di Vercelli, colonnello Fabrizio Nicoletti, ha patteggiato la pena a seguito delle accuse che gli erano state mosse e che hanno portato all'arresto dello scorso aprile.

Insieme a lui era stato arrestato dai militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria della Guardia di Finanza di Torino, per ordine della Procura di Vercelli, il suo autista Maurizio La Sala. I due erano stati posti agli arresti domiciliari, poi revocati. Le accuse: truffa aggravata ai danni dello Stato, falso ideologico in atto pubblico, peculato militare e abuso d’ufficio. Le indagini avevano consentito di accertare che i due indicavano falsamente nelle scritture di servizio luoghi e orari di lavoro e attività in realtà mai svolte. In questo modo il Ministero dell’Economia erogava loro somme di denaro non spettanti. Il comandante usava anche l’auto di servizio e il suo autista per scopi privati.  Ora Nicoletti, difeso dall'avvocato Andrea Corsaro, ha patteggiato, oltre al congedo dal Corpo della Guardia di Finanza, una pena di un anno e 10 mesi e una somma di 15 mila euro a titolo di risarcimento. La Sala, assistito dagli avvocati Mauro Pigino e Federica Boggio, potrebbe richiedere a sua volta il patteggiamento. Nel registro degli indagati erano stati iscritti anche altri tre militari: per uno di loro è stata disposta l'archiviazione, mentre sugli altri due sono ancora in corso gli accertamenti.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500