cerca

Comando provinciale di Alessandria

Causa un incendio sull'argine del fiume Bormida, denunciato

Le indagini dei carabinieri forestali di Acqui Terme

Carabinieri forestali

I militari della Stazione carabinieri forestale di Acqui Terme, a seguito di incendio boschivo che nel mese di aprile aveva interessato una superficie boscata di circa 4000 mq all’interno dell’argine del fiume Bormida nel Comune di Ponti, dal quale erano scaturite approfondite indagini di natura tecnica, hanno denunciato a piede libero un uomo di nazionalità italiana per aver volontariamente causato l'incendio dell’area limitrofa al fiume.

"La perimetrazione dell’area percorsa dal fuoco e l’individuazione delle evidenze lasciate dalle fiamme necessarie per ricostruire la dinamica dell’incendio sono tra le prime azioni che vengono intraprese per l’individuazione del possibile responsabile - spiegano dalla Forestale - Per incendio boschivo deve intendersi un fuoco incontrollato che ha suscettività ad espandersi ad area boscata, cespugliata o arborata oppure a terreni coltivati o incolti e pascoli limitrofi a dette aree; è sufficiente dunque che bruci anche solo una piccola area incolta limitrofa al bosco per far configurare, laddove ci siano le condizioni climatiche e orografiche atte a farlo estendere, il reato anche qualora l’area boscata non venisse affatto interessata dalle fiamme".

In questo caso gli elementi di prova raccolti hanno portato ad ipotizzare che ci fosse veramente la volontà di bruciare; l'uomo denunciato rischia la reclusione da quattro a dieci anni.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500