cerca

Provincia di Novara

Trattamento rifiuti: sequestrata una parte degli impianti di una ditta

L'indagine della polizia provinciale

Polizia provinciale

Una segnalazione alla Procura della Repubblica e il sequestro preventivo di alcune parti di un impianto di una ditta del territorio specializzata nel recupero di rifiuti speciali non pericolosi, con sede in un Comune dell’immediato hinterland novarese.

E' l’esito di un’indagine svolta degli agenti del Nucleo ambientale della polizia provinciale di Novara "che nelle ultime settimane – sottolinea il consigliere delegato alla polizia provinciale Arduino Pasquini – hanno operato in stretto contatto con gli Uffici delle Dogane di Genova. Tutto è partito da una segnalazione dello stesso Ufficio delle Dogane che, in febbraio, aveva riscontrato un’anomalia nell’esportazione dei rifiuti, segnalando il fatto ai nostri agenti, che si sono subito mossi per compiere le verifiche sull’attività svolta dalla ditta".

Per compiere i vari accertamenti è stato inizialmente utilizzato il drone a disposizione del personale: "Attraverso le immagini registrate sono state riscontrate alcune difformità dell’impianto rispetto alle autorizzazioni - prosegue Pasquini - Questa anomalia ha portato, nei giorni scorsi, alla verifica in loco da parte dei nostri operatori e la conferma delle anomalie dell’impianto, oltre all’inosservanza delle prescrizioni, all’emissione in atmosfera di polveri da due camini non dichiarati e all’utilizzo di alcune aree per la messa in riserva dei rifiuti senza autorizzazione. Dal riscontro di questi fatti il sequestro preventivo, già convalidato dall’autorità giudiziaria, e una serie di prescrizioni che dovranno essere ottemperate entro sessanta giorni perché il reato possa essere sanato dalla sola ammenda di tipo amministrativo".

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500