cerca

Comando provinciale di Verbania

Minaccia l'autista di un bus con una mazza di ferro

Il minorenne è stato denunciato dai carabinieri

Carabinieri Omegna

L'intervento dei carabinieri

Minaccia l'autista di un bus con una mazza di ferro perchè gli chiede di indossare la mascherina e rompe il finestrino retrovisore.

Nella serata di venerdì 28 gennaio, un 17enne extra-comunitario è stato denunciato per aver minacciato, armato di un bastone di ferro, l’autista di un autobus della Linea Vco Trasporti e danneggiato il mezzo pubblico, rompendo uno degli specchietti retrovisori. Tutto è accaduto intorno alle ore 18 a Gravellona Toce, alla fermata degli autobus in Corso Marconi. Il giovane, in compagnia di altri 2 ragazzi minorenni – di 14 e 16 anni -, tutti di Verbania, stava aspettando l’autobus da Omegna per far rientro a casa. Arrivato l’autobus, i 3 giovani sono saliti a bordo senza indossare la mascherina attirando subito il richiamo dell’autista che li ha invitati ad indossare il dispositivo di protezione nel rispetto della normativa vigente.

I tre ragazzi, che non hanno gradito il rimprovero, hanno iniziato ad inveire contro l’autista e ad insultarlo. Il più grande di loro è sceso dall’autobus, ha recuperato una mazza di ferro raccolta nelle vicinanze e, dopo essersi accanito sullo specchietto retrovisore del mezzo di trasporto, colpendolo fino a romperlo definitivamente, è salito sull’autobus e, sempre armato del bastone in ferro, ha minacciato l’autista di partire e smetterla di pretendere che indossassero la mascherina. In pochi minuti, date le numerose chiamate d’emergenza fatte alla Centrale Operativa da parte dei testimoni e di alcuni passeggeri dello stesso autobus, sono arrivati i militari del Comando carabinieri di Omegna, supportati da una pattuglia della Sezione Radiomobile dei carabinieri di Verbania, che hanno immediatamente individuato i tre minorenni e, dopo aver ascoltato i testimoni presenti e lo stesso autista dell’autobus, condotto i giovani in caserma per le procedure di identificazione in quanto erano tutti sprovvisti del documento di identità. Due di loro sono stati riaffidati alle rispettive famiglie e il 17enne è stato denunciato per minaccia aggravata e danneggiamento alla Procura della Repubblica del Tribunale per i minorenni di Torino.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500