cerca

Novara

Rischio di contaminazione del suolo, chiusa ditta di autodemolizioni

Carabinieri forestali e polizia stradale denunciano il responsabile

Carabinieri e polizia

L'intervento delle forze dell'ordine

Carabinieri forestali e polizia stradale mettono i sigilli ad un autodemolitore di Novara e denunciano il responsabile per violazioni ambientali.

Nell’ambito di controlli amministrativi sulla corretta gestione dei veicoli fuori uso da parte dei centri di autodemolizione, i carabinieri forestali e la polizia stradale di Novara hanno sottoposto a sequestro preventivo parte di una ditta novarese operante nel settore. “Il controllo congiunto dei due reparti era finalizzato sia alla verifica del rispetto delle norme a tutela dell’ambiente, stante la pericolosità di alcune componenti dei veicoli dismessi, sia alla verifica della corretta gestione dei ricambi al fine di evitare la messa in commercio di parti di provenienza illecita o non correttamente rettificata, seguendone la tracciabilità attraverso le successive attività investigative poste in essere”, spiegano dai rispettivi Comandi.

Dagli accertamenti è emerso che l’autodemolitore stava gestendo un quantitativo di veicoli superiore al previsto “ed utilizzando indebitamente una porzione di terreno non pavimentato per lo stoccaggio di 74 carcasse di veicoli non bonificati a diretto contatto con il suolo, con i conseguenti rischi in termini di contaminazione ambientale da parte dei liquidi contenuti nei motori”, viene precisato. Sia l’area oggetto di deposito non autorizzato che i veicoli presenti sono stati sequestrati: il terreno sarà poi sottoposto a controlli a campione al fine di escludere ipotesi di contaminazione.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500