" />

cerca

acqui terme

La prima patente...di fantasia, la seconda falsa

Non aveva superato l'esame, fermato due volte dalla Stradale

Polizia stradale

Già lo scorso anno nel mese di marzo in piena pandemia aveva provato ad ingannare gli agenti della Polizia stradale di Alessandria – Distaccamento di Acqui Terme, consegnando loro un documento di fantasia (di quelli che vengono venduti in Internet) per dimostrare di essere titolare di patente di guida straniera e poter quindi circolare sul territorio italiano. In quella circostanza gli erano state elevate le sanzioni amministrative previste per chi guida senza patente (oltre 5.000 euro) ed era stato disposto il fermo del veicolo per tre mesi.

Questa volta a bordo di una potente Audi (con targa italiana) è stato nuovamente sottoposto a controllo dal personale dello stesso Distaccamento; agli agenti ha esibito una patente "nuova" rilasciata da uno Stato asiatico ai margini dei paesi dell'Est Europa. Da una prima analisi della patente esibita, è emerso che aveva difformità tali da farla ritenere non originale. In particolare, l’assenza di alcuni sistemi di sicurezza, e la qualità e il tipo di stampa difformi dalle peculiarità prescritte. I successivi accertamenti con le banche dati in uso alle forze di Polizia, nonché la collaborazione con i collaterali Uffici di Polizia Internazionali, hanno consentito di determinare una serie di anomalie e inesattezze che hanno consentito di accertare la falsità completa del documento, che veniva sequestrato.

Pertanto l'uomo, residente in Acqui Terme, è stato denunciato per falsità materiale in atto amministrativo commesso da privati e ha ricevuto la contestazione delle sanzioni amministrative pecuniarie di oltre 5.000 euro nonché un ulteriore fermo amministrativo anche di quest’altra vettura.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500