" />

cerca

Chiacchiere di moda

Un gioiello è per sempre, ma a comprarlo sono le...signore

2021: le donne sono le nuove consumatrici della gioielleria

Gioiello

La Comète Chevron in oro bianco e diamanti di Chanel

Il gioiello è il bene rifugio per eccellenza, considerato un investimento anche, e soprattutto, in un anno difficile come quello appena trascorso e nei mesi che stiamo vivendo con un’emergenza sanitaria che fatica a retrocedere.

In una realtà fluida sotto molti aspetti, anche i target del mondo della gioielleria sono cambiati, rinforzando un trend che già stava destando attenzione negli anni passati: le donne hanno infranto le barriere del mercato, diventando le consumatrici di gioielli per eccellenza. Mi spiego meglio, il femminismo dirompente e l’indipendenza economica, con sempre meno gap finanziario fra i portafogli maschili e femminili, hanno fatto sì che siano proprio le donne ad acquistare in autonomia diamanti, gemme, pietre preziose e oro. L’attesa del regalo è stata sostituita dalla spesa autonoma. La celebrazione di un evento importante, una promozione professionale, un piacere o un semplice interesse di moda, et voilà, nuove clienti disposte a spendere il 33% in più rispetto alla controparte maschile per soddisfare una “coccola” personale.

I negozi dovranno quindi offrire un servizio sempre più personalizzato e indirizzato a questa fetta di pubblico per troppo vista solamente come consumatore indiretto. Apripista in questo processo la boutique Boucheron in Place Vendôme, che, ormai un paio di anni fa, ha normalizzato l’acquisto dei propri capolavori da parte delle donne, adattando l’ambiente alle preferenze femminili ed educando il personale ad una comunicazione caleidoscopica e camaleontica. Sempre più gioielli mix & match permettono alla donna in carriera di personalizzare collier, bracciali e orecchini a seconda dell’uso, per cui il passaggio da una riunione di business a un evento serale, diventa sfoggio di creatività e stile, permettendo loro di sfruttare a 360 gradi le proprie opere d’arte. Chanel in questo è come sempre un brand da prendere d’esempio: la collezione propone collane trasformabili in lunghezza e il cui ciondolo può essere indossato come spilla, come quella riportata in foto, una Comète Chevron in oro bianco e diamanti.

Un consiglio per il futuro è sicuramente quello di tenere a mente che il 55% della gioielleria di lusso entro il 2025 avrà -secondo Bain & Co - come primari consumatori, i millenials e la "generazione z" e questo obbligherà a un ulteriore cambio di tendenze, il che rende tutto un po’ più curioso, sfidante e, strepitosamente, contemporaneo.

Commenti

Condividi le tue opinioni su La Sesia

Caratteri rimanenti: 1500